Sottomenu

Home  > stampa

stampa

Rassegna stampa cason di lanza 5-5-2013

Trofeo Carnia in Mtb - Il trentaduenne della Ki.Co.Sys si impone nella Paularo-Cason di Lanza

Manuel Moro (nella foto) vince sulle strade di casa. Il forte esponente dellaKi.Co.Sys, infatti, ha fatto registrare il miglior tempo nella salita che daPaularo porta aCason di Lanza, sullo stesso tracciato che il 14 maggiovedrà transitare ilGiro d'Italia. Moro ci ha messo poco meno di 53 minuti per percorrere i 15 chilometri previsti, precedendo di 1'24" Rudy Gollino della Carnia Bike, la società che, con il suo settore Uisp, organizza il Trofeo Carnia in Mtb, giunto alla 19esima edizione. Da segnalare anche il netto successo di Luca Macorig nei Senior A e della fondista paluzzana Ester Valle fra le donne. In gara anche gli stradisti, con il ventenne dellaBike Shop Racing Andrea Calza unico in grado di abbattere il muro dei 50 minuti. Secondo posto, a 2’, per il coetaneo Michele Sulli. Fra le società netto successo della Carnia Bike, vincitrice dell’edizione 2012. La seconda tappa del Trofeo si disputerà sabato 25 maggio a Mediis di Socchieve.

CLASSIFICHE
Senior A: 1. Luca Macorig (B-Team Omnia Energy) 55'58", 2. Fabio Bulfone (Fun Bike Cussigh) 59'45", 3. Alex Castagnaviz (Azzida) 1h04'09", 4. Massimo Delli Zotti (Stalis Team) 1h04'23", 5. Fabio Bassanese (Carnia Bike) 1h07'32".
Senior B: 1. Manuel Moro (Ki.Co.Sys) 52'58", 2. Rudy Gollino (Carnia Bike) 54'22", 3. Gabriele Brun (VvFf Pordenone) 59'33", 4. Dino Pavan (Team Bike Leon) 1h01'28", 5. Giuliano Rizzi (Pedale Gemonese) 1h01'30".
Senior C: 1. Luca Paliaga (Fun Bike) 57'29", 2. Franco Plesnikar (Punto Bike) 58'04", 3. Angelo Dureghello (Ki.Co.Sys) 1h01'26", 4. Tiziano Sbuelz (Capodivento) 1h01'53", 5. Fabrizio Zossi (Capodivento) 1h04'22".
Veterani: 1. Ivan Lozza (Bandiziol) 1h04'34", 2. Giacomo Saviano (Cottur) 1h05'31", 3. Paolo Urban (Stalis Team) 1h09'03", 4. Gianni Fior (Carnia Bike) 1h09'33", 5. Egidio Cicuttini (Wild Purcit) 1h16'35".
Juniores: 1. Federico Manzato (Azzida) 1h00'11".
Donne: 1. Ester Valle (Aldo Moro) 1h23'18", 2. Giovanna Del Gobbo (Team Granzon) 1h26'10".
Stradisti: 1. Andrea Calza (Bike Shop Racing) 48'08", 2. Michele Sulli (Carnia Bike) 50'12", 3. Paolo Calza (Bike Shop) 55'13", 4. Cristian Zarabara (Carnia Bike) 59'33", 5. Alfondo Stasi (Carnia Bike) 1h00'49"; 1. donna Michela Facchin (Cottur) 1h07'50".
Società: 1. Carnia Bike 37 punti, 2. Cottur 14, 3. Azzida 13, 4. Capodivento 12, 5. Team Bike Leon e Fun Bike Cussigh 11.

sport@ilfriuli.it

Condividi questo articolo

CORRIERE DELLE ALPI 13-07-2012

ciclismo 

Varesco e Hober divorano la salita della Arabba-Passo Pordoi

ARABBA. Con un motorino nelle gambe, Jarno Varesco (Arcobaleno Carraro) e Alexandra Hober (Dynamic bike) divorano la salita della cronoscalata Arabba-passo Pordoi. Sono loro i vincitori della...

   
Email
 

ARABBA. Con un motorino nelle gambe, Jarno Varesco (Arcobaleno Carraro) e Alexandra Hober (Dynamic bike) divorano la salita della cronoscalata Arabba-passo Pordoi. Sono loro i vincitori della classica per amatori e cicloturisti. Per Varesco è la quarta affermazione consecutiva in una gara che quest'anno lo ha visto di nuovo dominatore in 26'48”, davanti a Giuliano Anderlini (Iatlia nuova) e Andrea Calza (Bike shop racing). Al femminile, dietro alla trionfatrice di giornata si piazzano Sabine Gandini (Trentino), medaglia d'argento, e Claudia Wegman (Jenesien soltnflitzer), bronzo.

Classifica

Maschile: 1. Jarno Varesco (Arcobaleno Carraro) 26'48”, 2. Giuliano Anderlini (Italia nuova) 27'15”, 3. Andrea Calza (Bike shop racing) 27'35”, 4. Alessandro Magli (Barcella) 27'42”, 5. Luigi De Cesero (Due ruote sport) 27'49”, 6. Filippo Unterpertinger (Zkg vintl) 28'58”, 7. Roberto Tomè (Max Lelli) 29'11”, 8. Alessandro Follador (Hote Pordoi) 29'16”, 9. Matteo Gismondi (Max Lelli) 29'25”, 10. Florian Vrecko 29'37”, 11. Mauro Feltre (Euro velo) 29'38”, 12. Enzo Partel (Trento) 29'48”, 13. Armin Goegele (Meran Zorzi) 29'58”, 14. Manuel Giocaomelli (Orlandi) 30'01”, 15. Herbert Stueffer (Rodes Gherdeina) 30'13”.

Femminile:1. Alexandra Hober (Dynamic bike) 32'33”, 2. Sabine Gandini (Trentino) 33.02”, 3. Claudia Wegman (Jenesien soltnflitzer) 33'37”, 4. Claudia Guatti Zuliani (Andvanced pro team) 37'56”, 5. Cristina Coletti (Filippelli) 38'01”, 6. Ilse Pertoll (Dynamic) 38'02”, 7. Valentina Mabritto (Obiettivo avventura) 38'17”, 8. Raffaella Arlotti (Velo club) 39'28”, 9. Nadia Adami (Max Lelli) 40'07”, 10. Michela Facchin (Cottur) 40'33”, 11. Maria Giovanna Zoppetti (Peracchi Sovere) 41'11”, 12. Rayhane Karbalaii (Cottur) 41'19”, 13. Veronika Pedevilla (Rodes val Badia) 42'16”, 14. Carola Payer 43'21”, 15. Evelina Gnech (Max) 47'16”.

Categorie. Es: 1. Andrea Calza (Bike shop) 27'35”, 2. Alessandro Follador (Hotel Pordoi) 29'16”, 3. Matteo Gismondi (Max Lelli) 29'25”, 4. Matteo Battocchio (Wilier Triestina) 31'36”, 5. Denis Denchasaz (Cycling bellunese) 31'56”.

Js: 1. Giulia Denicolò (Roda Fodoma) 1.00'36”, 2. Elia Denicolò (Roda) 1.07'14”, 3. Francesco Denicolò (Roda) 1.15'54”. M1: 1. Florian Vrecko 29'37”, 2. Armin Geogele (Meran Zorzi) 29'58”, 3. Filippo Beccari (Hotel Pordoi) 30'55”.

M2: 1. Jarno Varesco (Arcobaleno Carraro) 26'48”, 2. Enzo Partel (Trento) 29'48”, 3. Manuel Giacomelli (Orlandi) 30'01”, 4. Davide Neri (Max Lelli) 31'18”, 5. Werner Morandell (Dynamic) 33'52”.

M3: 1. Alessandro Magli (Barcella) 27'42”, 2. Filippo Unterpertinger (Zkg) 28'58”, 3. Mauro Feltre (Euro velo) 29'38”, 4. Herbert Stueffer (Rodes Gherdeina) 30'13”, 5. Cristiano Fanton (Light abbronzatura) 30'15”.

M4: 1. Luigi De Cesero (Due ruote sport) 27'49”, 2. Roberto Tomè (Max Lelli) 29'11”, 3. Tiziano Favaron (Italia nuova) 31'21”, 4. Paolo Calza (Bike shop) 32'17”, 5. Willi Deflorian (Max Lelli) 33'39”.

M5: 1. Konrad Pareiner (Rainer wurz) 30'46”, 2. Enzo Canali (Fela Parma) 31'04”, 3. Mario De Biasio (Max Lelli) 31'45”.

M6: 1. Giuliano Anderlini (Italia nuova) 27.15, 2. Richard Palma (Dynamic) 32'21”, 3. Marco Della Giacoma (Arcobaleno Carraro) 33'00”, 4. Bruno Savio (Agordina) 34'06”, 5. Sandy Oman 37'00”.

M7: 1. Giuseppe Zanandrea (Ecor) 34'01”, 2. Walter Pitton (Professional bike) 39'48”, 3. Otto Vittur (Rodes val Badia) 41'26”.

M8: 1. Marcel Le Querè (Courbevoie) 37'35”, 2. Franco Degli Esposti 41'00”, 3. Elio Sassara (Polizia di stato) 48'47”, 4. Vito Della Lucia (Frassenè) 56'35”, 5. Attilio Ciprian (Zoldana) 1.01'54”. (sco)

 

13 luglio 20

tratto dal: corriere delle alpi 03-06-2012

ciclismo

 

Andrea Calza e Gloria Bee i protagonisti a Col Falcon

FONZASO. Calza... a pennello. Vittoria per Andrea Calza, nella seconda cronoscalata in bici da Ponte Serra a Col Falcon. Nella gara organizzata dal Fonzaso e valida per i trofei "Bar alla Casera" e...

FONZASO. Calza... a pennello. Vittoria per Andrea Calza, nella seconda cronoscalata in bici da Ponte Serra a Col Falcon. Nella gara organizzata dal Fonzaso e valida per i trofei "Bar alla Casera" e "Pom Prussian", secondo Mirco Mezzanotte e terzo Alberto De Carli. Quinto Luigi De Cesero.

Generale: 1. Andrea Calza (Bike Shop) 22.16; 2. Mirco Mezzanotte (Pvb) 22.20; 3. Alberto De Carli (Gronda Florex) 22.35; 4. Fabrizio Ciot (Professional) 22,46; 5. Luigi De Cesero (Due Ruote Sport) 22.50; 6. Mauro Bernardi (Solighetto) 22.58; 7. Demetrio Bellò 23.12; 8. Dino Dalla Corte (Limana) 23.28; 9. Alex De Bastiani (Feltre Velo) 23.30; 10. Ivan Sommacal (Feltre Velo) 23.35.

M1: 1. Fabio Ciot (Professional) 22.46; 2. Mauro Bernardi (Solighetto) 22.58; 3. Dino Dalla Corte (Limana) 23.28.

M2: 1. Mirco Mezzanotte (Pvb) 22.20; 2. Ivan Sommacal (Feltre Velo) 23.35; 3. Carlo Perin (Salvador) 23.41.

M3: 1. Demetrio Bellò 23.12; 2. Giacinto Dall'Acqua (P6) 23.43; 3. Maurizio Bonin (Parolin) 25.01.

M4: 1. Luigi De Cesero (Due Ruote Sport) 22.50; 2. Giorgio Ballarin (Bergner) 24.22; 3. Paolo Calza (Bike Shop) 25.02.

M5: 1. Paolo Perin (Solighetto) 24.08; 2. Maurizio Antichini (Ct Bellunese) 25.55; 3. Carlo Tomaselli (Pedale Feltrino) 26.49.

M6: 1. Marco Huber (De Rossi) 28.27; 2. Cesare Baldissera (Fonzaso) 29.09; 3. Giovanni Battista Corà (Fonzaso) 32.41.

M7 e M8: 1. Florindo Riga (Feltre Velo) 30.01; 1. Bonaventura Slongo (Fonzaso) 58.47.

Elmt: 1. Andrea Calza (Bike Shop) 22.16; 2. Alberto De Carli (Gronda Florex) 22.35; 3. Alex De Bastiani (Feltre Velo) 23.30.

Femminile. 1. Gloria Bee (Fonzaso) 29.31, 2. Francesca Achillea (Pedale Feltrino) 30.06.

Società: 1. Feltre Velo (De Bastiani, Sommacal, Dall'O', De Boni, Noventa) 2.04.17; 2. Fonzaso (Forlin, Ceccato, Bee, Giacomin, Baldissera) 2.12.17.

GUARDA LA FOTOGALLERY

DELLA GARA

sul sito www.corrierealpi.it

03 giugno 2012

 
 
 
 

IL CICLISMO UDACE

l'organo ufficiale dell' udace dedica il titolo al nostro Andrea miticooooooooooooo !!!!!!!!!!!!!!

TRIESTE OPICINA

la trieste opicina organizzata da cottur bei tempi

ARTICOLO TRIESTE OPICINA

ts op.jpg

FRATTA LAMA DI CARPEN 2003

Giornata caldissima, tratto in pianura 5 giri fatti tutti in ultima posizione del gruppo fino attacco della salita dalla piazza di caneva da li uno alla volta incartati tutti (120 circa) preso l'ultimo a 300 mt dal traguardo (pangos) 15 secondi di recupero poi scatto bruciante e arrivo solitario a braccia alte fra gli appausi del numeroso pubblico  auguro a tutti di provare una gioia e un emozione del genere.

Primo assoluto e primo di categoria , quel giorno andavo FORTISSIMO 

https://picasaweb.google.com/117108235351238556368/25Novembre2011?authuser=0&feat=directlink

la premiazione della fratta lama di carpen 2006

Poalo Calza 1° assoluto e di categoria

DICONO DI NOI

LA PREMIATA DITTA Calza&Calza

Continua l'ottimo monento anzi super per il team ! domenica 11 aprile in quel di varmo la coppia del bike shop racing mette tutti in fila vincendo la gara di mtb a coppie di 35 km lungo il fiume taglimento e campagne limitrofe  a Varmo. Grandissima soddisfazione per la vittoria, il tempo impiegato è stato di un ora e 14 minuti staccando i secondi arrivati di 20secondi gara molto combattuta. 

Gf-Mx 

Mariuzzo brucia Pittacolo alla 4^ Marathon Bike del Varmo

Ieri mattina, con una giornata ventosa ma soleggiata, ha preso il via alle 9.30 dalla piazza municipio di Varmo (Ud) la Marathon del Varmo organizzata dalla Società Ciclistica Villa di Warmo, da quest'anno affiliata alla Federazione Ciclistica Italiana, e valevole anche come prima prova del Friuli MTB Challenge 2010.
La manifestazione, giunta alla 4^ edizione, ha accontentato proprio tutti: tre le gare disputate in mattinata, la Marathon di 66 km, la Classic di 33 km, la gara a coppie e il percorso non agonistico dedicato agli escursionisti.
Nonostante la concomitanza di altre gare MTB nelle vicinanze, al via si sono schierati circa 200 bikers tra cui l'ospite della manifestazione, il varmese Michele Pittacolo, tre volte campione del mondo di paraciclismo, che ha voluto onorare con la sua presenza le manifestazioni organizzate dai suoi concittadini comprese le gare su strada dei giovanissimi che si sono svolte al pomeriggio su un circuito cittadino.
Il percorso della Marathon si snodava su due giri, la prima parte, tecnica e su terreno sabbioso, fra i boschi e le campagne adiacenti al fiume Tagliamento a cui seguiva il passaggio sul greto sassoso del fiume e all'interno delle due piste di motocross e una seconda parte veloce su strade di campagna ma resa faticosa da un forte vento.
Abbassata la bandierina, come al solito, il veneziano Gianfranco Mariuzzo (Eurovelo Cicli) imponeva alla corsa un ritmo infernale riuscendo a tenersi dietro solo il beniamino locale Michele Pittacolo (S.C. Fontanafredda), il goriziano Gianmarco Gorini (Caprivesi) e Denis Vogrig (Team Granzon) che dopo 10 km si staccava dal trio che con cambi alterni procedeva regolarmente fino a conclusione di gara posto sull'asfalto in centro paese.
Tensione tra il pubblico allo sprint finale tra Mariuzzo e Pittacolo che agli ultimi 50 metri si sono leggermente ostacolati procurando la rottura di due raggi della ruota anteriore del varmese.
La gara femminile è stata vinta da Antonella Incristi davanti alla campionessa italiana marathon Marika Covre.
Ottima l'organizzazione della Società Ciclistica di Varmo, che ha concluso la manifestazione con un pranzo party per tutti e con ricche premiazioni.
L'assoluta maschile Marathon:
Mariuzzo Gianfranco (Eurovelo Cicli) M4 2.05.36
Pittacolo Michele (S.C. Fintanafredda) M3 2.05.37
Gorini Gianmarco (U.C: Caprivesi) M2 2.05.38
Vogrig Denis (Granzon) MS 2.09.15
Cabbai Vinicio (Granzon) M4 2.09.16
L'assoluta femminile:
Incristi Antonella (Ki.Co.Sys) W2 2.25.59
Covre Marika (Vivibike) W1 2.27.22
Assoluta Classic:
Bozzato Roberto (Team Salvador)
Diamante Michele (Puntobike)
Leone Renzo (G.S. Due ruote)
Gara a Coppie:
Primi classificati: Calza Paolo-Calza Andrea (Bike Shop Racing)

tratto da: il trentino

L’iridato Werner Weiss inaugura il nuovo San Sisto

TRENTO E' la firma iridata di Werner Weiss ad inaugurare l'albo d'oro del trofeo San Sisto, la nuova gara in salita per amatori che ha richiamato al via 100 grimpeur, impegnati sulle selettive rampe del Menador: 8,9 km di gara, 1300 metri di falsopiano fino a località Lochere e quindi 7600 metri di salita pura, dai 485 metri di Caldonazzo ai 1248 dell'arrivo, allestito in località Spiazzo Alto. Weiss ha confermato il pronostico, concedendosi il lusso dell'arrivo a braccia alzate, non prima di aver staccato l'altro grande atteso protagonista, il fiemmese del Team Carraro Jarno Varesco, secondo a 31” con il medesimo tempo del tricolore Cristian Pinton, che ha completato il podio di giornata. La cronaca. Dopo il via dalla zona sportiva di Caldonazzo, la corsa entra nel vivo al secondo chilometro, quando la strada, da località Lochere, comincia ad inerpicarsi. A quel punto, allunga subito Weiss, al quale faticano fin da subito a rispondere Pinton, Varesco, Calzà e Tumler, quest'ultimo costretto poi a lasciare la compagnia a causa di un guasto meccanico. Al chilometro 3,200 transita ancora in solitudine Weiss, tallonato a 10” dal terzetto composto da Pinton, Calzà e Varesco, con Pichler e Mezzanotte poco più dietro, a 15” dal leader. La corsa prosegue con il medesimo canovaccio fino all'ultimo chilometro, con i distacchi che vanno progressivamente ad aumentare e Weiss che può sistemarsi gli occhiali, guardarsi alle spalle e tagliare il traguardo in perfetta solitudine, accolto dai festeggiamenti di “patron” Cadrobbi. Varesco è bravo a precedere Pinton nella volata per la piazza d'onore, quindi seguono Calzà e il terzetto della Pvb Bergner Brau composto da Tumler (in rimonta), Pichler e Mezzanotte. Ordine d’arrivo: 1. Werner Weiss (Bren Team); 2. Jarno Varesco (Team Carraro); 3. Cristian Pinton (Keteam); 4. Andrea Calza (Bike Shop); 5. Michael Tumler (Pvb); 6. Bruno Pichler (Pvb Bergner Brau); 7. Mirco Mezzanotte (Pvb); 8. Riccardo Carlin (Focus Factory); 9. Matteo Giovannini (Bren Team); 10. Tiziano Benedetti (Iperlando). (l.f.)

Alex Turrin arriva primo a Croce d’Aune

PEDAVENA Una croce sopra. Vinta allo sprint da Alex Turrin la Pedavena - Croce d'Aune, ultina tappa del Circuito Feltrino di ciclismo. Battuto Cristian Pinton, mentre al terzo posto si è piazzato Andrea Calza. Più staccati gli altri, a cominciare da Luigi De Cesero e Ivan Sommacal. Una prova tutta in salita, che ha saggiato forza e resistenza dei partecipanti. Disponibili le classifiche categoria per categoria. Primeggiano Nicola Cecchet, Dino Dalla Corte, Nicola Tessaro, Maurizio Antichini e, in campo femminile, Gloria Bee. Classifica Croce d'Aune. 1. Alex Turrin 27.07; 2. Cristian Pinton 27.16; 3. Andrea Calza 27.30; 4. Luigi De Cesero 28.30; 5. Ivan Sommacal 29.16; 6. Patrick Turrin 29.17; 7. Dino Dalla Corte 29.22; 8. Alberto Perera 29.52; 9. Nicola Cecchet 29.53; 10. Andrea Mattiato 29.54; 11. Silvano Tittoto 30.02; 12. Giacinto Dell'Acqua 30.05; 13. Fabio Ciot 30.14; 14. Giovanni Ruggeri 30.14; 15. Roberto Tomè 30.27; 16. Francesco Avanzo 30.33; 17. Mauro Fant 30.38; 18. Cristian Zannini 30.42; 19. Alberto De Carli 30.58; 20. Filippo Lion 30.59. Classifiche generali. 1987/97: 1. Nicola Cecchet 108; 2. Roberto Cassol 68; 3. Paolo Frada 64; 4. Francesco Turrin 52. 1976/86: 1. Dino Dalla Corte 110; 2. Cristian Zannini 96; 3. Alex De Bastiani 84; 4. Mauro Giotto 54; 5. Lorenzo Carraro 50; 6. Manolo Canova 40. 1962/75: 1. Nicola Tessaro 104; 2. Andrea Costa 84; 3. Umberto Losego 68; 4. Giacinto Dell'Acqua 68; 5. Andrea De Bortoli 64; 6. Stefano Tonet 50; 7. Stefano De Boni 50; 8. Claudio De Nard 32; 9. Valdis Frada 32. Prima del 1961: 1. Maurizio Antichini 112; 2. Adriano Feltrin 104; 3. Alberto Scussel 86; 4. Paolo Dalle Zotte 76; 5. Bruno Savio 68; 6. Cesare Baldissera 54; 7. Natalino Magagnin 44. Femminile: 1. Gloria Bee 90; 2. Tatiana Cappellaro 82.

corriere delle alpi

Senza Titolo

PONTE NELLE ALPI Calza... a pennello. Il pordenonese Andrea Calza ha messo tutti in fila indiana, nel Trofeo dello Scalatore. Vinta la prima prova: la cronoscalata da Lastreghe a Pus. Il portacolori della Bike Shop Racing ha inchiodato gli orologi sui 24.03, percorrendo i 10,700 chilometri alla media di 26,694. Secondo Dimitry Parfimovich dell'Eurovelo, a 10 secondi e terzo Tiziano Benedetti della Iperlando, a 13. Per il primo bellunese, bisogna scendere al quarto posto, dove si è insediato Luigi De Cesero degli organizzatori della Due Ruote Sport, che ha accusato un ritardo di 18", ricevendo il premio riservato al miglior atleta alpino, in memoria di Antonio De Min (presente la signora). Tra le società, successo per l'Eurovelo, che grazie ai migliori piazzamenti precede la Due Ruote Sport. Nelle categorie, vittorie per Risciotti, Lotti, Savio, Benedetti, De Cesero, Parfimovich, lo stesso Calza e D'Incà. Tutto questo in attesa della seconda prova Udace, che si svolgerà domani, con la Limana-Valpiana. Femminile: 1. Erika Risciotti (Lunardelli) 30.11; 2. Tiziana Corazza (Zuliani) 32.52; 2. Chiara Ciampolillo (Lunardelli) 33.33; 4. Cristina Troian (Due Ruote Sport) 37.30; 5. Gabriella D'Incà (Due Ruote Sport) 37.39. Debuttanti: 1. Mirko D'Incà (Girelli) 33.39. Junior cadetti: 1. Andrea Calza (Bike Shop) 24.03; 2. Maurizio D'Incà (Eurovelo) 25.05; 3. Dino Dalla Corte (Limana) 25.38; 4. Alessandro Garziera (Tv Bike) 25.41; 5. Mauro Feltre (Eurovelo) 25.46. Senior: 1. Dimitry Parfinovich (Eurovelo) 24.13; 2. Ivan Sommacal (Feltrevelo) 25.34; 3. Andrea Carretta (Bevarino) 25.46; 4. Fabio Ciot (Prof) 26.12; 5. Yuri Stella (Orogildo) 26.29. Veterani: 1. Luigi De Cesero (Due Ruote Sport) 24.21; 2. Alberto Perera (Sanvido) 25.00; 3. Stefano Casagrande (Spinacè Ideaquick) 25.50; 4. Giacinto Dell'Acqua (Pissei) 26.13; 5. Giorgio Ballerin (Pinzolo) 26.43. Gentlemen: 1. Tiziano Benedetti (Lando) 24.16; 2. Silvano Tittoto (Bertoldo) 25.08; 3. Karl Heinz Malfertheiner (Bergner) 25.22; 4. Franco Boffi (Borghi) 26.21; 5. Agostino Durante (Pioggia in faccia) 26.49. Supergentlemen A: 1. Bruno Savio (Agordina) 28.17; 2. Lucio Zanini (Sant'Ambrogio) 29.17; 3. Silvano Valentini (Pergine) 29.48; 4. Sergio Zambon (Limana) 29.50; 5. Paolo Simon (Lunardelli) 30.28. Supergentlemen B: 1. Giuseppe Lotti (Lelli) 28.05; 2. Natalino Magagnin (Vimotorsport) 29.07; 3. Zefferino Cecchinel (Ponte Priula) 30.20; 4. Domenico Cassol (Sanvido) 31.29; 5. Vittorino Della Libera (Eurovelo) 32.15. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

il messaggero veneto 18-08-2012

Grande spettacolo sul Crostis in occasione dell'ottava prova del Trofeo Carnia in Mtb. La cronoscalata ha messo a dura prova i partecipanti, ma mai come in questa occasione può essere considerata una...

Email

Grande spettacolo sul Crostis in occasione dell'ottava prova del Trofeo Carnia in Mtb. La cronoscalata ha messo a dura prova i partecipanti, ma mai come in questa occasione può essere considerata una vittoria semplicemente l'aver tagliato il traguardo su una montagna già entrata fra le big del panorama ciclistico nazionale e no. La prova assoluta ha riservato una bella sfida a due in casa Ki.Co.Sys, con David Bevilacqua (al terzo successo stagionale nel trofeo) a precedere di soli 14’’ Marco Del Missier. Terzo gradino del podio per Alberto Locatelli del Pedale Gemonese a poco meno di 2 minuti. Fra le donne si è imposta nettamente Eleonora Tonino mentre la Carnia Bike ha dominato fra le società.

In gara c'erano anche gli stradisti, ovviamente inseriti in una classifica a parte. A mero titolo di raffronto, Andrea Calza, vincitore maschile, ha fatto meglio di Bevilacqua di 4'20". Il Trofeo Carnia in Mtb ritornerà domani con la prova di Moggio Udinese.

Corriere delle Alpi

Andrea Calza bissa sul Col Falcon ma Nicola Spada sfiora il podio

COL FALCON Bis, con record, per Andrea Calza nella Ponte Serra – Col Falcon. Il pordenonese del Bike shop racing ieri si è imposto per il secondo anno consecutivo nella cronoscalata proposta dal Gs Fonzaso, gara di 10,480 km, di cui i primi 8 caratterizzati da una pendenza al 5-6%. Calza ha fermato le lancette del cronometro sul tempo di 22,02, ad una media di 27,231 orari. Sul 2. e 3. gradino del podio assoluto Andrea Chiminello e Nicola Gaudenzi. Nicola Spada, primo dei bellunesi, è 4.. Tra le donne, ancora un successo per Gloria Bee. Una quarantina i concorrenti al via, molti provenienti da fuori regione. Classifica. 1. Andrea Calza (Bike shop racing) 22.02; 2. Andrea Chiminello (Punto bike team) 23.01; 3. Nicola Gaudenzi (System Cannondale) 24.33; 4. Nicola Spada (Grondaflorex) 24.45; 5. Mauro Dalla Rosa (Fior di Frutta) 24.58; 6. Paolo Calza (Bike shop racing) 25.00; 7. Mauro Fant (Team Sanvido) 25.04; 8. Cristian Zannini (Gs Fonzaso) 25.17; 9. Simone Orler (System Cannondale) 25.20; 10. Gabriele Forlin (Gs Fonzaso) 25.22. Nelle diverse categorie si sono imposti: Gloria Bee (Donne), Andrea Calza (Elite), Gabriele Forlin (Master 1), Mauro Fant (Master 2), Maurizio Bonin (Master 3), Mauro Dalla Rosa (Master 4), Paolo Calza (Master 5), Luigi Bruno Savio (Master 6), Paolo Garbin (Master 7), Natalino Magagnin (Master 8). (i.t.)